Aston Martin Rapide E, un’auto elettrica per James Bond?

Impossibile dimenticare la Rapide di Aston Martin, e a breve potremmo vederla anche nella sua nuova veste, in versione full electric.

Il concept era già stato presentato nel 2015, la Rapide E entrerà in produzione a partire dalla fine del 2019. È stata la Casa stessa a confermarlo e, insieme a quest’informazione, ha anche svelato alcuni dettagli piuttosto interessanti sul nuovo mezzo. La novità più importante sta proprio nella motorizzazione, visto che la quattro porte monterà due propulsori elettrici.

Si tratta dell’esempio più straordinario di questa vettura sportiva mai prodotto fino ad oggi. Ha due motori elettrici montati sul retro che producono poco più di 602 Cv e 950 Nm di coppia. La nuova Rapide E è stata progettata per raggiungere i 100 km/h in meno di 4 secondi e superare la velocità di 250 km/h. L’auto si propone di fornire un’autonomia di oltre 320 km, questo è quello che sappiamo a seguito della procedura di prova. Per raggiungere questi obiettivi, Aston Martin sta lavorando a stretto contatto con la Williams Advanced Engineering per montare batterie in grado di produrre una potenza di 65 kWh.

Ma non è l’unica collaborazione prevista, visto che Pirelli sta realizzando un set di pneumatici inediti P Zero e Integral Powertrain sta lavorando per la produzione del motore elettrico. Xtrac sta progettando la trasmissione, sono solo alcuni dei partner che stanno lavorando con la Casa automobilistica britannica per la realizzazione di questo importante progetto.

Secondo il CEO di Aston Martin, Andy Palmer, noi tutti dobbiamo mettere impegno nella responsabilità ambientale e nella sostenibilità a livello globale. Rapide E è il primo modello in assoluto della Casa interamente elettrico e permetterà di aumentare le conoscenze nel settore e garantire comunque carattere e alte prestazioni anche ai futuri modelli EV, migliorando anche tutte quelle caratteristiche uniche che si trovano nelle Aston.

Il programma è di iniziare a realizzare una serie limitata di 155 unità della Rapide E nell’ultimo trimestre del prossimo anno a St. Athan, in una struttura che si sta convertendo da base militare e che si trova in Galles, dove si produrrà appunto la nuova quattro porte, insieme alla Lagonda che rilancerà il segmento di lusso della Casa, con propulsione elettrica.

CLICCA QUI per continuare la lettura

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*