Come pulire i gioielli in oro

Come pulire i gioielli in oro

13 Novembre 2021 Off Di Redazione

La pulizia dei gioielli realizzati in oro richiede alcune accortezze e l’uso dei prodotti giusti, possibilmente con formulazioni naturali e non aggressive. Questo metallo nobile, quando viene trattato in modo opportuno, torna infatti perfettamente lucido. Ma come bisogna fare? Ecco alcuni utili consigli per rendere i preziosi splendenti come appena acquistati.

Pulizia degli accessori in oro: aspetti generali

In linea generale è bene sapere che l’oro, a differenza di tanti altri metalli, non si ossida così facilmente. Con il passare del tempo, tuttavia, tende ad opacizzarsi diventando sempre più scuro. Questo succede perché entra a contatto con ossigeno, umidità e sostanze varie.

Bisogna inoltre considerare che gli accessori che vengono indossati ogni giorno, quali soprattutto collane, orecchini, anelli o bracciali, si ossidano soprattutto perché contaminati da creme, profumi, saponi, deodoranti e detersivi.

Quando i preziosi iniziano a perdere l’originaria brillantezza è bene correre ai ripari eseguendo una pulizia accurata, che può essere svolta non solo presso le gioiellerie specializzate, ma anche autonomamente utilizzando soluzioni delicate.

Pulizia dell’oro con il detersivo

Uno dei sistemi maggiormente efficace che permette di pulire gli oggetti in oro velocemente, consiste nell’utilizzare il comune detersivo per lavare i piatti e le stoviglie, purché altamente concentrato.

Il procedimento è piuttosto semplice, perché basta versare i preziosi in un contenitore, all’interno del quale aggiungere acqua gassata e qualche goccia di detersivo, per poi lasciare agire qualche minuto.

In questo modo si elimina la sporcizia accumulata, ma per togliere anche lo sporco più ostinato si può sempre usare un piccolo spazzolino a setole morbide, da strofinare sulle fessure e gli intarsi dell’oggetto in oro.

Alla fine non resta che sciacquare abbondantemente con acqua tiepida e asciugare ber bene utilizzando un panno morbido.

Pulizia degli oggetti in oro con il bicarbonato

Il bicarbonato di sodio mescolato con il detersivo per i piatti permette di ripristinare la lucentezza degli oggetti in oro particolarmente sporchi e opachi.

Basta immergere i preziosi in questa soluzione e attendere circa 15 minuti. All’occorrenza si possono strofinare con uno spazzolino i punti maggiormente anneriti.

In seguito basta sciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno morbido. Sono da evitare i tovaglioli di carta che potrebbero rilasciare tracce e aloni sugli oggetti.

Pulizia dell’oro con il dentifricio o con acqua calda

Mescolando acqua tiepida e dentifricio si ottiene una pasta densa da strofinare sugli oggetti in oro, in modo da togliere ogni sporcizia e alone. Altrimenti si può optare per un semplice trattamento a base di acqua calda. In questo caso bisognerà lasciare in ammollo i preziosi fino a quando l’acqua non si raffredda.

Entrambi i sistemi dovranno essere eseguiti con molta cura e sono da evitare quando gli accessori presentano coralli e pietre naturali. Il dentifricio e l’acqua molto calda potrebbero infatti rovinare e compromettere l’incastonatura, specie quando sono stati applicati colle e altri materiali adesivi.

Pulizia degli oggetti in oro bianco

A differenza di quello giallo, l’oro bianco è più delicato in fase della pulizia, in quanto potrebbe subire un ingiallimento.

In queste situazioni è bene rivolgersi al proprio gioielliere di fiducia che saprà quali prodotti e sistemi utilizzare per evitare ogni inconveniente e riportare l’oggetto al suo splendore.

Pulizia degli oggetti in oro antico

L’oro antico richiede un trattamento più intensivo. Occorre quindi riempire una pentola con acqua, immergere gli oggetti da pulire, portare ad ebollizione e spegnere la fiamma. Aggiungere qualche goccia di limone o di detersivo per i piatti e lasciare agire per 60 minuti circa.

In questo modo verranno eliminate tutte le impurità accumulate nel corso del tempo e ogni traccia di ossidazione.

Dopo bisogna solo sciacquare per bene sotto l’acqua corrente, asciugare delicatamente con un panno morbido e passare un batuffolo di cotone imbevuto di alcool sulla superficie. In questa maniera gli oggetti antichi ritroveranno il massimo splendore.