Autorizzazioni per costruire una piscina in giardino

Autorizzazioni per costruire una piscina in giardino

4 Maggio 2022 Off Di Redazione

Avere la piscina in giardino è un lusso che rappresenta il sogno di molti da sempre. In particolare, dopo gli ultimi due anni, caratterizzati dalla pandemia di Covid-19, la voglia di avere uno spazio di svago per sé stessi e la propria famiglia nella propria casa è aumentato.

Ci sono però degli aspetti da considerare prima di iniziare i lavori: le autorizzazioni per costruire una piscina in giardino!

Infatti, in alcuni casi è necessario richiedere dei permessi specifici al proprio Comune.

Ti consiglio di non tralasciare questo aspetto, perché potresti incorrere in sanzioni molto costose.

Autorizzazioni piscina giardino: quando e come richiederle

Prima di tutto, devi sapere che non sempre è necessario richiedere dei permessi. Ad esempio, per le piscine da giardino fuori terra non serve alcun tipo di autorizzazione, puoi acquistarle e posizionarle nel giardino di casa tua senza problemi.

L’unica cosa a cui dovrai prestare attenzione sarà il punto in cui posizionarla: deve essere livellato perfettamente e in una zona che rimanga esposta al sole più ore al giorno.

La stessa cosa, ovviamente, vale per le piscine gonfiabili: consigliate a chi vuole spendere molto poco sia per l’acquisto che per la manutenzione. 

Quindi, quando bisogna richiedere autorizzazioni per costruire una piscina in giardino?

È necessario quando decidi di costruire una piscina interrata e che prevedono quindi un lavoro di scavo fatto da professionisti. I permessi sono un passo indispensabile se vuoi costruire una piscina nel tuo giardino e, come ti abbiamo anticipato, se decidi di procedere senza richiederli rischi delle sanzioni di abuso edilizio molto costose.

Facendo tutto a norma di legge, invece, non avrai nessun problema.

Le regole variano a seconda della grandezza della piscina: se supera o meno il 20% del volume dell’edificio a cui appartiene.

Vediamo le differenze. 

Se supera il 20% del volume, dal momento che parliamo di una costruzione permanente, per poter costruire una piscina interrata nel tuo giardino devi prima ottenere il permesso di costruzione.

Se il terreno è un terreno agricolo, molto probabilmente il permesso non ti verrà concesso dal Comune, mentre se è un “terreno normale”, allora sì. Per questo motivo è fondamentale informarsi prima di iniziare i lavori: devi prima sapere la tipologia di terreno e relativi vincoli.

Dovrai solo rivolgerti ad un tecnico, ad esempio un geometra, che si occuperà di preparare e presentare l’Autorizzazione Edilizia al tuo Comune di riferimento

Ottenuto l’ok, devi presentare la DIA (Dichiarazione di inizio attività) al proprio Comune 30 giorni prima dell’inizio dei lavori e se non ricevi risposta puoi procedere. 

Se NON supera il 20% del volume, non viene considerata come una “nuova costruzione” e quindi non devi richiedere il permesso di costruzione al Comune. Dovrai presentare solo la DIA e, come nel caso precedente, attendere i 30 giorni. 

In ogni caso, ti consigliamo sempre di chiedere informazioni prima di procedere con i lavori. Questo perché alcuni Comuni potrebbero avere delle regole particolari che si differenziano da quelle stabilite dalle Regioni, magari per motivi paesaggistici.

Per un consulto professionale ti consigliamo di visitare: https://www.costruzionepiscinebologna.it/

Contiene inserimenti pubblicitari