Coperture per giardino: quale scegliere per godersi al massimo gli spazi all’aperto?

Coperture per giardino: quale scegliere per godersi al massimo gli spazi all’aperto?

26 Gennaio 2022 Off Di Redazione

Le giornate soleggiate sono sempre dietro l’angolo e goderti il giardino è uno dei massimi piaceri della vita ma cosa fare in caso di pioggia? 

Se vuoi passare il tempo nel tuo dehor a casa anche se piove o fa brutto, puoi installare delle coperture pensate appositamente per l’esterno. Vediamo insieme quali sono le più usate e funzionali.

Le coperture più utilizzate

Gazebo e pergolati rappresentano la scelta più ovvia per un giardino, sia per la semplicità di installazione sia perché in commercio esistono tante versioni che riescono a soddisfare le più svariate esigenze. 

Dalle strutture metalliche con coperture in tessuto a quelle in legno, è importante optare per materiali che non si deformano e corrodono facilmente come ad esempio PVC e legno di pino. 

Il legno dona un aspetto rustico e romantico al giardino, oltre a rappresentare una struttura che si inserisce in maniera coerente in una scena naturalistica esterna. 

Qualora invece preferissi uno scenario più elegante e raffinato, puoi sempre richiedere una copertura in ferro battuto, con la possibilità di decorare il tutto in maniera personale. L’unica accortezza è nel trattare il ferro battuto con specifici agenti anticorrosivi, più una manutenzione periodica per lasciare intatta l’integrità del ferro e impedire che possa arrugginire in qualche punto.

Coperture fisse o amovibili?

Le coperture possono essere amovibili o fisse, la scelta delle une o delle altre dipende dalle necessità ma anche dalla regolamentazione comunale in merito alle opere fisse. 

Una volta controllato il Regolamento Edilizio della tua area per capire se si tratta di edilizia libera o se serve il permesso di costruire (come spiegato nel dettaglio qui), potrai comportarti di conseguenza. Le coperture amovibili hanno solitamente una struttura in metallo facile da montare e smontare, ottimale se godi il giardino solo durante la bella stagione e preferisci togliere il tutto quando comincia il freddo. 

Le strutture fisse invece hanno il vantaggio di rendere fruibile il giardino tutto l’anno, per un aperitivo con amici, un caffè o semplicemente perché hai un grande spazio che vuoi sfruttare il più possibile. In tal caso la copertura può essere addossata alla parete della casa fungendo quindi da patio, oppure essere autoportanti

In entrambi i casi sarà necessaria l’autorizzazione del comune, fatta eccezione per le coperture che non hanno bisogno di fissaggi a terra/muri. 

Un’altra idea molto amata in questi ultimi anni è la copertura a vela, un ampio tessuto che funge da ombreggiante e che non ha strutture massicce e ben visibili. Alcuni modelli vengono ancorati a elementi già esistenti nella casa, così che l’effetto ottico sia quello di un enorme drappo che protegge dalla pioggia e dal sole cocente.

Quale copertura scegliere?

Al momento le coperture per giardino sono un must per chi ama la propria casa e vuole viverla in tutte le sue sfaccettature. Ecco quindi le varie opzioni tra cui è possibile scegliere:

  • gazebo
  • coperture esterna in PVC
  • vele per giardino
  • pergole

Dei gazebo ne abbiamo parlato precedentemente: possono essere in PVC, ferro, legno e rappresentano una scelta importante perché gli oggetti di design aggiungono bellezza all’estetica della casa. Meglio non sottovalutare questo aspetto, specialmente se vuoi invitare spesso amici e dare feste in giardino. Per gli aspetti più tecnici riguardanti la scelta, puoi invece approfondire in questo articolo che spiega meglio come scegliere un gazebo in pvc per esterno.

Le coperture esterne in PVC formano una semplice tettoia in una parte dell’area e molti preferiscono quelle scorrevoli, così da chiudere o aprire a seconda della giornata. 

Delle vele ombreggianti abbiamo già parlato e offrono un grande impatto visivo, specialmente per i grandi giardini ma le pergole sono eccellenti per chi vuole smontare velocemente la struttura. Particolare riguardo le pergole bioclimatiche (guarda qui se vuoi saperne di più su come funzionano e le diverse tipologie) che rinfrescano o riscaldano a seconda della temperatura e sono tra le proposte più interessanti del settore.

In conclusione, pondera sulle varie ipotesi che ti abbiamo illustrato, usufruisci di un parere tecnico per capire quale copertura meglio si addica al tuo spazio e lascia che un team professionale renda il tuo giardino qualcosa di speciale.

Articolo in collaborazione con tensomarketi[punto]it