Il Maria Anna D’Austria di Velasquez a Bergamo

Il Maria Anna D’Austria di Velasquez a Bergamo

19 Giugno 2022 Off Di Monica Palazzi

A Bergamo si trova l’Accademia Carrara, un vero gioiello della cultura artistica italiana.

L’idea di creare a Bergamo un istituzione dedicata all’arte fu del nobile Carrara nel 1796 che decise di donare la sua racconta di dipinti alla città orobica. Ma non si limitò solo a quello, che comunque sarebbe stato un bel gesto, ma decise di far costruire anche l’edificio che li avrebbe ospitati.

E’ un palazzo in stile neoclassico davvero molto bello. Negli anni poi la collezione si è arricchita di altri lasciti, tra gli altri quelli, di Lochis e Morelli. Dal 1958 questa pinacoteca è diventata museo cittadino

L’Accademia di Belle Arti si trova nell’omonima piazza al civico 82 e dal 17 giugno è possibile vedere due opere di Velazquez (anzi per essere precisi una sicuramente sua e l’altra meno) che è stato un importante ritrattista del periodo barocco spagnolo.

L’esposizione temporanea

Quest’opera che solitamente è esposta al Prado vale a dire uno dei due musei più importanti di Madrid e qui vi resterà  fino al prossimo 28 agosto. La mostra è aperta da lunedì a giovedì dalle 10 alle 18; da venerdì a domenica dalle 10 alle 19. Chiuso il martedì. Per maggiori informazioni https://www.lacarrara.it/

Si tratta del ritratto della giovanissima Maria Anna d’Austria, sposa del re Filippo IV.

E’ un iconografia di Maria Anna d’Austria vivacizzata da nastri color arancio ai polsi e da fiocchi vermigli inseriti in una meravigliosa acconciatura

Il dipinto è stato realizzato attorno al 1652 di rientro dal suo secondo viaggio in Italia

I toni dei grigi e dei neri ma anche dei bianchi si fondono con i galloni in filato d’argento, con l’oro e i diamanti dei gioielli così come con le cangianti piume di struzzo, per un risultato insieme brillante e austero e ne fanno un sicuro impatto scenico.

Questo che ci rappresenta Velazquez è davvero il Secolo d’Oro e tutto viene ben rappresentato da Maria Anna,  sposa bambina ma già di carattere (dopo la morte del marito sarà lei reggente fino alla maggiore età del figlio Carlo), stretta in un abito sobrio nei colori però molto voluminoso tanto che è, praticamente, la rappresentazione dei valori sia politici sia estetici dell’epoca.

Ne è nato anche lo slogan “la Spagna in un abito” e queste parole accompagnano il visitatore grazie a una serie di drappi neri sospesi, concepiti da De8 Architetti, Mauro Piantelli con Barbara Ventura, introducono allo “spazio della regina”, concepito come un’estensione fisica dello spazio pittorico. 

Segnalo che proprio poco prima di raggiungere la tela di grandi dimensioni (234 x 132 cm) si inquadra la seconda opera dello stesso periodo (inizio anni 50 del Seicento) un “Ritratto di bambino” del 1650, delle collezioni stessa della Carrara però non si sa esattamente di chi sia opera Van Dyck? O forse lo stesso Velazquez? E non si sa nemmeno chi sia quel bimbo forse l’infante Balthasar Carlos promesso sposo a Maria Anna ma prematuramente scomparso?

Al piano terra dell’Accademia si trova la videoinstallazione a cura di NEO – Narrative Environments Operas c’è modo di apprendere la vita dell’artista e viene spiegato il suo stile pittorico, ma anche tanto altro.

Segnalo che tra l’Accademia Carrara e Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia è stato fatto un accordo che permette di acquistando il biglietto d’entrata a una delle due pinacoteche poi c’è l’accesso gratuito alla seconda (promozione valida fino al 28 agosto). 

Altresì faccio presente che tutti gli spettatori del Lazzaretto Estate 2022 avranno un coupon per accedere al museo con prezzo speciale di 5 euro anziché 10 (promozione valida dal 29 giugno al 28 agosto).

Segnalo che al termine di questa mostra con molta probabilità l’Accademia resterà chiusa almeno fino a fine gennaio 2023 per ristrutturazione.

Ma chi è Velasquez?

Diego Rodríguez de Silva y Velázquez però noto come Diego Velázquez, è stato un pittore spagnolo, E’ stato l’artista più importante tra quelli alla corte di Re Filippo IV. Fu uno degli artisti più rappresentativi dell’epoca barocca e un grande ritrattista.

Qui è stato Re Filippo IV? Filippo IV di Spagna, o anche Filippo il Grande, oppure Il Re Pianeta, fu re di Spagna dal 1621 fino al 1665 quando morì, sovrano dei Paesi Bassi spagnoli nonché re del Portogallo e di Algarve come Filippo III fino al 1640.  

Chi è stata Maria Anna d’Asburgo? Maria Anna o Marianna d’Asburgo è stata un’arciduchessa d’Austria e regina consorte di Spagna. Era la figlia dell’imperatore Leopoldo I e di Eleonora del Palatinato-Neuburg