Come organizzare un matrimonio

Come organizzare un matrimonio

20 Giugno 2022 Off Di Redazione

Avete finalmente deciso di sposarvi e fissato la data, ma ora non sapete da dove iniziare con i preparativi? Niente paura, vi aiutiamo noi ad organizzare il vostro matrimonio passo dopo passo, fino al fatidico “lo voglio”!

Il primo step è quello di scegliere il tipo di rito: preferite una celebrazione religiosa o civile? In caso di rito religioso, infatti, dovrete individuare la parrocchia o il santuario, parlare con il sacerdote e prenotare il giorno e l’ora.

Una volta lì, ricordate di chiedere anche informazioni sul tipo di addobbi floreali che preferite, e se ci saranno altri sposi in giornata con cui condividere questa spesa.

Se, invece, celebrerete il vostro matrimonio in modo civile, dovrete recarvi presso la casa comunale di appartenenza di uno di voi e fissare giorno e ora.

In quell’occasione, chiedete anche chi si occuperà del rito, se il sindaco o un delegato, informandovi sulla sala nella quale si terrà la celebrazione. Vi servirà per avere un’idea dell’ampiezza degli spazi, e degli invitati a cui chiedere di presenziare.

Banchetto di un matrimonio: come scegliere la location

Dopo questo passaggio fondamentale, è necessario stabilire la location per il banchetto. Per farlo, occorre determinare il budget disponibile: questo elemento vi consentirà di fare una cernita dei locali da visitare.

La domanda successiva riguarda il tipo di location: preferite un locale vista mare con un panorama mozzafiato, o una villa antica con sale affrescate in cui sentirsi il re e la regina della giornata?

Se non vi convincono queste soluzioni, potete optare per un matrimonio vista lago, romantico ed elegante, o per una soluzione “country wedding”, in una location all’aperto più rustica e informale.

La scelta del tipo di location influenza non solo il tipo di menu, ma anche lo stile dell’abito, il tema della giornata e tutti gli accessori che addobberanno la sala.

Non solo, la location varia anche in base alla stagione nella quale intendete sposarvi, se state preparando un winter wedding, ad esempio, lasciate stare il mare e i panorami costieri che probabilmente vi deluderanno in caso di mal tempo e scegliete una villa antica o una struttura coperta.

Ma se state pensando a un matrimonio primaverile o estivo, date libero sfogo ai vostri sogni optando anche per location en plain air.

In queste stagioni, infatti, il banchetto può diventare quasi itinerante: il buffet e l’apertura della torta potrebbero svolgersi all’aperto, mentre il resto del pranzo o della cena nella sala, con momenti dedicati al fotoshooting nelle aree più suggestive della location.

Come comporre il menù di un matrimonio?

Per molti invitati è di vitale importanza, per altri solo motivo di critiche e annotazioni. Diciamo la verità, il banchetto divide sempre e anche quando si sceglie l’eccellenza della materia prima, i migliori chef per prepararlo ed una mise en place impeccabile, si troverà sempre l’invitato che avrà da ridire.

Per questo motivo vi suggeriamo di scegliere un menu secondo le vostre preferenze e senza esagerare nel numero di portate.

Negli ultimi anni sta sfumando la moda dei grossi buffet iniziali, per lasciare il posto a un aperitivo leggero che intrattiene gli ospiti in attesa dell’antipasto. Le portate seguono con due primi, un secondo e la frutta.

Non trascurate i dolci, che richiedono varietà ed eleganza nell’estetica e nel gusto: oltre la classica torta nuziale, chiedete un buffet di dessert della tradizione regionale, oltre a qualche assaggio di dolci internazionali, un connubio che lascerà tutti a bocca aperta!

Sempre più comune è anche la scelta di un catering, organizzato all’aperto oppure a domicilio, in cui il cibo può essere consumato in maniera semplice e veloce, riuscendo a mantenere l’atmosfera elegante in qualsiasi tipo di location.

Il consiglio è quello di affidarsi a delle compagnie esperte del settore, che possano procurarvi alimenti di qualità, come cucinaecultura.com, servizio catering molto importante a Roma.

Organizzare un matrimonio: scelta dell’abito e delle bomboniere

Per quanto concerne la scelta dell’abito, meglio affidarsi all’esperienza ed alla professionalità di un atelier che sia in grado di individuare il taglio e la linea più adatta al tipo di silhouette.

Spesso, infatti, la mise dei sogni non corrisponde a quella più adeguata, ma una brava sarta invece sarà in grado di individuare al primo sguardo l’abito che saprà valorizzare al massimo il corpo femminile e quello maschile, evidenziando alcune zone e nascondendone altre.

Per le bomboniere, invece, la scelta deve essere molto oculata. Se non amate oggetti inutili e suppellettili di cui ci si stanca facilmente, optate per una bomboniera ecosolidale che aiuterà qualche progetto sociale importante, portando un po’ di solidarietà tra i vostri ospiti.

Se invece preferite regali utili e gustosi, scegliete una buona bottiglia di vino regionale, i vostri ospiti si ricorderanno di voi quando la berranno e voi sarete certi di aver fatto un dono gradito!

Contiene inserimenti pubblicitari