Come sturare il lavandino intasato

Come sturare il lavandino intasato

20 Giugno 2022 Off Di Redazione

Quando si usa il lavandino, spesso e volentieri accade che i residui di cibo, i capelli o comunque altri materiali possano cadere nel tubo dello scarico e che, con lo scorrere del tempo, si formi una sorta di ostruzione che impedisce all’acqua di scorrere correttamente.

Per questo potrebbe succedere che le tubature si possano intasare e non funzionino: scopriamo ora come procedere per effettuare lo sblocco delle medesime, ed avere un lavandino perfettamente funzionante, grazie alle informazioni forniteci dall’impresa Idraulico Bologna, che trovi su questa pagina

Cosa fare se il lavandino non si stura

Lo stura lavandino è il primo strumento che può essere utilizzato e che permette a tutti gli effetti di rimuovere tutti gli elementi che causano un’otturazione che impedisce il corretto spostamento dell’acqua verso il tubo di scarico.

In questo caso occorre prendere in considerazione il fatto che, per ottenere la migliore soluzione possibile, occorre utilizzare lo sturalavandini ed allo stesso tempo sfruttare un getto d’acqua abbastanza forte.

Grazie all’azione combinata di questi due elementi, sarà possibile rimuovere l’ingorgo: grazie alla pressione che viene esercitata dallo strumento e all’azione dell’acqua si ha l’occasione di smuovere gli elementi che hanno creato l’ostruzione ed impediscono lo scorrimento dell’acqua.

Occorre farlo piuttosto alla svelta perchè l’eccessiva pressione o “rigonfiamento” potrebbe portare anche a perdite d’acqua.

Come liberare lo scarico del lavandino con Il bicarbonato?

Altro rimedio che permette di ottenere un buon risultato finale consiste nell’utilizzo del bicarbonato. Questa particolare sostanza, infatti, ha un’azione ottimale sulle tubature, e soprattutto sulle varie tipologie di elementi che possono causare problemi alle stesse, impedendo poter scaricare l’acqua.

In questo caso occorre prendere in considerazione come prima operazione che deve essere svolta, quella relativa all’utilizzo del bicarbonato, che deve essere versato nello scarico. A seconda dell’ostruzione presente nel medesimo, sarà importante scegliere una quantità di bicarbonato ottimale.

Successivamente bisogna versare l’acqua bollente: questa potrà essere riscaldata in una pentola e portata quasi all’ebollizione. Il calore dell’acqua permette al bicarbonato di sciogliersi, riuscendo ad indebolire gli elementi che hanno creato l’ostruzione. Pertanto, grazie a questo rimedio domestico, sarà possibile tornare ad usare il lavandino senza alcuna difficoltà.

Sbloccare lo scarico del lavandino utilizzando prodotti specifici

Infine, come ulteriore rimedio, vi è quello relativo all’utilizzo dei prodotti specifici che permettono di rimuovere totalmente ogni tipo di ostruzione. Anche in questo caso occorre necessariamente prendere in considerazione come questi debbano essere sfruttati prestando la massima attenzione alla quantità, ed inoltre è importante anche procedere quotidianamente con il loro utilizzo.

In questo modo sarà quindi possibile evitare che gli ostacoli presenti all’interno dello scarico possano causare un blocco. Di conseguenza, grazie a questo insieme di caratteristiche, sarà possibile ottenere un ottimo risultato, ed avere l’opportunità concreta di evitare che ci possano essere delle situazioni complesse da dover fronteggiare, non potendo sfruttare il proprio lavandino.

Da evitare, invece, l’intervento manuale sulle varie tubature: questo perché le suddette potrebbero danneggiarsi e quindi necessitare di una riparazione costosa.

Nell’articolo ci sono inserimenti in partnership promozionale